Cerca

GUSTAVO PASINI

Io, la musica e altre cose.

Mese

marzo 2017

Menti pure…

Tutti i bambini, in tutto il mondo, vengono cresciuti e condizionati nel nome dell’appartenenza a una società, a una religione,a un’ideologia, menti pure riempite di concetti ancor prima dall’aver posto delle domande.In questo modo si reprime totalmente la capacità di formulare domande esistenziali spontanee e si inculcano le dottrine più assurde. Cit.

Metodo Feldenkreis

feldenkreis metodo 

Circonvenzione

Oggi il papa a Milano ha esercitato il suo potere nei confronti dei suoi fedeli, io la chiamo; circonvenzione. 

Ho ascoltato alcune sue parole in tv e trovo raccapricciante che la chiesa continui a parlare di un dio che è stato artificiosamente eleborato dalla teologia attraverso la bibbia che mai parla di dio, perché non esiste detto termine in ebraico, perché nella bibbia non esiste il monoteismo e, anzi, non esiste il teismo. 

Spero che a quest’insieme di libri venga dato, al più presto, la giusta dignità perché quei libri raccontano di fatti concreti, molto probabilmente accaduti, lontani, però, da quei concetti spirituali e teologici inseriti con forza che nulla c’entrano con quegli scritti!

Lavoro o nuova schiavitù?

Direi che appoggio il pensiero del nostro filosofo contemporaneo Diego Fusaro, stiamo vivendo una nuova forma di schiavitù altro che lavoro. La colossale balla della crisi, crisi ben congegnata e pilotata, ha portato una nuova schiavitù. La dignità umana è oramai calpestata, la qualità del lavoro sistematicamente peggiorata cosi come il salario. E poi c’è la frase perentoria di coloro che si sentono decisamente superiori dicendo; se ti va bene è cosi altrimenti quella è la porta, non ci sono alternative. No, caro mio, cari miei, le alternative ci sono e sono quelle di migliorare la vita lavorativa di tutti per rendere migliore noi stessi, migliorare anche i servizi per i cittadini. Invece viviamo una fase di umiliazione delle genti, deportazione di esseri umani nei paesi europei per destabilizzare. 

Suonare… suonare…morire…

Per la prima volta nella mia vita sento morire una parte importante di me, la voglia di suonare musica si è spenta. Non so se sarà solo una parentesi, non so se, invece, sarà per sempre fatto sta che in questo periodo ho smarrito quell’entusiasmo che era parte integrante del mio essere. Tutto cambia, niente cambia o forse tutto è transitorio. Mi duole però ridurre tutto a dei ricordi, al solo pensiero delle emozioni che vivevo in musica. Forse tornerai e se così sarà ti accoglierò e aspetterò che tu pervada, solo come tu sai fare, il mio animo, tanto ci si può riprendere quando vogliamo, no? 

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑