Perché io sono colei che è prima e ultima

Io sono colei che è venerata e disprezzata

Io sono colei che è prostituta e Santa

Io sono sposa e vergine 

Io sono madre e figlia

Io sono le braccia di mia madre

Io sono sterile; eppure sono numerosi figli

Io sono donna sposata e nubile

Io sono colei che consola dei dolori del parto

Io sono sposa e sposo

È il mio uomo nutrì la mia fertilità 

Io sono madre di mio padre

Io sono sorella di mio marito

Ed egli è il figlio che ho respinto

Rispettatemi sempre; poiché io sono colei che dà scandalo e colei che santifica.

Inno a Iside rinvenuto a Nag Hammadi (3.000 a.c. Circa).

Annunci